Camera di Commercio di Piacenza
Tu sei qui: Portale Promozione PID - Punto Impresa Digitale
Azioni sul documento

RIAPERTURA TERMINI - Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2017 per la concessione di contributi per spese di formazione e consulenza per l'introduzione di tecnologie di innovazione digitale I4.0

— archiviato sotto: ,
pubblicato il 20/02/2018 09:15, ultima modifica 20/04/2018 10:01

Il bando - approvato con Delibera di Giunta camerale n 115 del 06/12/2017- si rivolge alle micro, piccole e medie imprese (in breve MPMI) con l'obiettivo di promuovere l'utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano nazionale Impresa 4.0. RIAPERTURA TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DALLE ORE 8:00 DEL 03/04/2018 ALLE 21:00 DEL 23/04/2018

RIAPERTURA TERMINI - Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2017 per la concessione di contributi per spese di formazione e consulenza per l'introduzione di tecnologie di innovazione digitale I4.0

Logo PID

Interventi ammessi

Sono ammessi a contributo interventi per l'acquisizione di servizi di formazione e consulenza finalizzati all'introduzione delle seguenti tecnologie di innovazione digitale I4.0:

Elenco 1: utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • soluzioni per la manifattura avanzata
  • manifattura additiva
  • realtà aumentata e virtual reality
  • simulazione
  • integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • cloud
  • cybersicurezza e business continuity
  • Big data e analytics

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1, limitatamente ai servizi di consulenza:

  • sistemi di e-commerce
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
  • sistemi EDI, electronic data interchange
  • geolocalizzazione
  • sistemi informativi e gestionali (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.)
  • tecnologie per l'in-store customer experience
  • RFID, barcode, sistemi di tracking
  • system integration applicata all'automazione dei processi.

Fornitori dei servizi di formazione e consulenza

L'impresa dovrà avvalersi esclusivamente di uno o più fornitori tra i seguenti:

  • centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center di cui al Piano Industria 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri per l'innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;
  • incubatori certificati di cui all'art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e incubatori regionali accreditati;
  • FABLAB, definiti come centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter;
  • centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0 come definiti dal D.M. 22 maggio 2017 (MiSE);
  • relativamente ai soli servizi di formazione, agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori;
  • relativamente ai soli servizi di consulenza, start-up innovative di cui all'art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e PMI innovative di cui all'art. 4 del D.L. 24 gennaio 2015 n. 3, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 marzo 2015, n. 33;
  • relativamente ai soli servizi di consulenza, ulteriori fornitori a condizione che essi abbiano realizzato nell'ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza alle imprese nell'ambito delle tecnologie di cui all'art. 2, comma 3, Elenco 1 della parte generale del presente bando. Il fornitore è tenuto, al riguardo, a produrre una autocertificazione attestante tale condizione da consegnare all'impresa beneficiaria prima della domanda di voucher.

Contributo camerale

L'importo del voucher è fissato in max € 3.000,00 ed è limitato al 50% dei costi ammissibili ed effettivamente sostenuti

I voucher saranno erogati con l'applicazione della ritenuta d'acconto del 4% ai sensi dell'art. 28, comma 2, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600.

Tutte le spese devono essere sostenute a partire dalla data di pubblicazione del Bando fino al 180° giorno successivo alla data della Determinazione dirigenziale di approvazione della graduatoria delle domande ammesse a contributo. Per essere ammessi al contributo i progetti devono superare un importo minimo di investimento di € 2.000,00.

Modalità operativa

La trasmissione delle domande di contributo dovrà essere effettuata tra le ore 8.00 del 26/02/2018 fino alle ore 21.00 del 12/03/2018.

LA GIUNTA CAMERALE DEL 27/03/2018 HA DELIBERATO LA RIAPERTURA DEI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DALLE ORE 8:00 DEL 03/04/2018 ALLE 21:00 DEL 23/04/2018

Le domande di contributo, sulla base della modulistica predisposta, dovranno essere inviate tramite Posta Elettronica Certificata (PEC), alla casella di posta dell’ente cciaa.piacenza@pc.legalmail.camcom.it.

La domanda dovrà essere composta da:

  • il modulo di domanda (vedi Allegati);
  • Modulo Misura B (vedi Allegati)
  • i preventivi di spesa;
  • eventuale Modulo autocertificazione ulteriori fornitori (vedi Allegati)

Per ulteriori informazioni scrivere a pid@pc.camcom.it

Normativa

Deliberazione della Giunta camerale n. 115 del 06/12/2017.

3.5
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali

Privacy

Codice Fiscale e Partita IVA
00276970332

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Piacenza

Piazza Cavalli, 35 - 29121 Piacenza
Telefono 0523 3861 Fax 0523 334367
PEC: cciaa.piacenza@pc.legalmail.camcom.it