Camera di Commercio di Piacenza
Tu sei qui: Portale Registro Imprese Deposito Bilanci
Azioni sul documento

Deposito bilanci d’esercizio e situazioni patrimoniali

pubblicato il 18/10/2010 09:45, ultima modifica 16/02/2017 12:51

Indicazioni operative della campagna bilanci 2017

       

Tassonomia XBRL

Com'è noto, dal 2010 il deposito dei bilanci delle società di capitale e cooperative ha comportato la redazione del prospetto contabile nel formato XBRL  previsto con D.P.C.M. 10 dicembre 2008 (Gazzetta Ufficiale n. 304 del 31.12.2008).

La tassonomia XBRL  da utilizzare per IL 2017, versione "2016-11-14", consente di depositare in formato XBRL i bilanci redatti secondo le disposizioni di cui al d.lgs.  139/2015.

 Il file XBRL non può mai essere omesso, tranne nei casi di esonero espressamenete previsti dalla normativa.

La nuova tassonomia XBRL   dovrà essere obbligatoriamente impiegata per tutti i bilanci relativi all’esercizio chiuso il 31.12.2016 o successivamente.


Sul sito webtelemaco.infocamere.it  >bilanci>bilanci Xbrl>strumeni, è possibile reperire:

- un software gratuito per la redazione  del bilancio xbrl, secondo la tassonomia ufficiale in vigore

- il servizio TEBENI per la validazione dell'istanza XBRL; lo strumento permette la verifica della correttezza formale, pertanto  garantisce il superamento dei controlli specifici nell'istruttoria camerale.

Come tutti gli allegati al bilancio, anche il file XBRL deve essere firmato digitalmente.

 

Deposito del bilancio in doppio formato (XBRL e PDF/A):

Il Bilancio in formato PDF/A dovrà essere allegato alla pratica di deposito in aggiunta al file in formato XBRL solo nell'ipotesi in cui la vigente tassonomia non sia giudicata compatibile, per la particolare situazione aziendale, con i principi di chiarezza, correttezza e verità di cui all’art. 2423 del Codice civile; in questo caso colui che sottoscrive digitalmente il documento deve dichiarare, nell’apposito campo previsto in calce alla nota integrativa in formato XBRL denominato "Dichiarazione di conformità" la seguente frase (§2.2.2): 
“""Si dichiara che lo stato patrimoniale, il conto economico e/o la nota integrativa sono redatti in modalità non conforme alla tassonomia italiana XBRL in quanto la stessa non è sufficiente a rappresentare la particolare situazione aziendale, nel rispetto dei principi di chiarezza, correttezza e veridicità di cui all’art. 2423 del Codice civile”""..

Si ricorda che non è necessario il doppio deposito in caso di differenze esclusivamente formali e non sostanziali tra il documento approvato in assemblea e il bilancio in formato XBRL

 

Dichiarazioni

 Il soggetto che firma digitalmente i documenti dovrà anche dichiarare la conformità degli stessi agli originali.

Le dichiarazioni devono essere apposte in calce ai documenti, ossia dopo l’indicazione della firma dei soggetti che sottoscrivono i documenti originali:

-          professionista incaricato ai sensi dell'art. 31, commi 2-quater e 2-quinquies della L. 24.11.2000 n. 340 (iscritto in Albo) § 2.2.4.1 e prospetto pag. 92; 

-          amministratore/liquidatore o procuratore § 2.2.4.2  - in questo caso deve essere allegata copia per immagine del documento analogico (scansione ottica) e prospetti pagg. 91 e 83.

Si raccomanda di seguire scrupolosamente le istruzioni contenute nel Manuale operativo di Unioncamere (in particolare per quanto riguarda le dichiarazioni di conformità da apporre in calce ai documenti, ossia dopo le firme degli obbligati apposte sui documenti originali), al fine di presentare le domande in modo corretto e consentire all’Ufficio una rapida istruttoria ed evasione delle domande stesse.

 

Modalità di presentazione

Il modello e l'intera pratica possono essere predisposti scegliendo tra due modalità:

1.     Bilanci on-line – Modalità da utilizzare per l’invio di un bilancio con riconferma dell'elenco soci dell'anno precedente (es. SpA, SApA) o di un bilancio che non necessita di presentazione dell’elenco soci (es. Srl, Società Cooperativa, Aziende Speciali e Istituzioni degli Enti Locali). Tale modalità è in grado di garantire una più veloce ed agevole predisposizione e spedizione della pratica e non richiede l’installazione di software specifico.

2.     SoftwareFedraPlus” o programmi compatibili – Modalità da utilizzare sia per il deposito di un bilancio con presentazione di un nuovo elenco soci, sia per l’invio di un bilancio con riconferma dell'elenco soci dell'anno precedente o di un bilancio che non necessita di presentazione dell’elenco soci (ad es. S.r.l. e Cooperative, Contratti di Rete).

 

Manuale Operativo per il deposito dei bilanci al Registro Imprese

Modello di procura speciale

 

CONSORZI – Deposito della situazione patrimoniale entro il 28 febbraio 2017

 

Entro il 28 febbraio 2017, i consorzi con attività esterna, di cui agli articoli 2612 e seguenti del Codice Civile, devono depositare presso il Registro delle imprese la situazione patrimoniale al 31 dicembre 2016.

Si precisa che l'espressione "situazione patrimoniale" contenuta nel Codice civile equivale a quella del bilancio delle società di cui all'art. 2423 C.C. in forza del richiamo letterale contenuto nell'articolo 2615-bis C.C. alle "norme relative al bilancio di esercizio delle società per azioni", il quale comprende, oltre allo stato patrimoniale, anche il conto economico e la nota integrativa.

L'adempimento non comporta invece il deposito del verbale di approvazione della situazione patrimoniale nè dell'elenco dei consorziati.

Lo stato patrimoniale e il conto economico, comprese le tabelle contenute nella nota integrativa, dovranno essere presentate al Registro delle imprese nel formato elaborabile XBRL.

L’adempimento relativo al deposito della situazione patrimoniale sconta l’imposta di bollo virtuale di euro 65,00, mentre i diritti di segreteria ammontano a euro 62,70 per deposito telematico, a euro 92,70 su supporto informatico.

Ai soggetti obbligati che omettono di eseguire il deposito della situazione patrimoniale entro i termini previsti verrà applicata la sanzione amministrativa prevista dal comma 2 dell’art. 2630 C.C., come modificato dalla legge 11 novembre 2011 n. 180, che è pari ad euro 274,66 per ciascun amministratore. Se il deposito avviene nei 30 giorni successivi alla scadenza dei termini prescritti, la sanzione amministrativa è ridotta ad un terzo e quindi ammonta a euro 91,56 per ciascun amministratore. 

Nel caso di  confidi (consorzio di garanzia collettiva dei fidi)  gli amministratori devono redigere il bilancio d'esercizio con l'osservanza delle disposizioni relative al bilancio delle SPA e depositare l’elenco dei consorziati riferito alla data di approvazione del bilancio. Il deposito presso il Registro delle imprese dovrà avvenire entro 30 giorni dalla data di approvazione.

Le stesse diposizioni valgono anche per i consorzi per l’internazionalizzazione, di cui all’art. 42 del D.L. n. 83/2012, convertito dalla L. n. 134/2012.

 

CONTRATTI DI RETE - Deposito della situazione patrimoniale

 

 Secondo quanto previsto dal comma 4-ter dell’art. 3, del D.L. n. 5/2009, convertito dalla L. n. 33/2009, se il contratto di rete prevede l'istituzione di un Fondo patrimoniale comune e di un Organo comune destinato a svolgere un'attività, anche commerciale, con i terzi, entro due mesi dalla chiusura dell'esercizio annuale l'organo comune dovrà redigere una situazione patrimoniale, osservando, in quanto compatibili, le disposizioni relative al bilancio di esercizio della società per azioni, e depositarla presso l'ufficio del Registro delle imprese del luogo ove ha sede.

Nel caso la Rete  sia dotata di soggettività giuridica e sia iscritta alla sezione ordinaria del Registro imprese, il deposito dovrà essere effettuato presso l'ufficio Registro delle imprese in cui il Contratto di Rete ha la propria sede. Il codice fiscale da indicare nel bilancio, in formato XBRL, è quello relativo al Contratto di Rete.

Nel caso, invece, la rete sia priva di personalità giuridica e non abbia una posizione autonoma nel Registro delle imprese, il deposito dovrà essere effettuato sulla posizione dell’impresa di riferimento, presso l’ufficio del Registro Imprese dove la stessa è iscritta. In questo caso il modello B riporterà i dati  dell'impresa che provvede al deposito, mentre gli allegati conterranno il codice fiscale ed i dati identificativi della Rete.

Si applicano le stesse regole previste per i consorzi.

 

 

 

 

 

 

 

2.05882352941
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali

Privacy

Codice Fiscale e Partita IVA
00276970332

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Piacenza

Piazza Cavalli, 35 - 29121 Piacenza
Telefono 0523 3861 Fax 0523 334367
PEC: cciaa.piacenza@pc.legalmail.camcom.it