Camera di Commercio di Piacenza
Tu sei qui: Portale Notizie Presentato pubblicamente il Rapporto sull'economia provinciale
Azioni sul documento

Presentato pubblicamente il Rapporto sull'economia provinciale

— archiviato sotto:
pubblicato il 22/05/2015 12:50, ultima modifica 21/02/2021 13:00

Ricco di dati ed elaborazioni, il Rapporto è stato commentato dal Presidente Giuseppe Parenti, affiancato da Massimo Guagnini, partner di Prometeia.

Come di consueto l'Ufficio Studi della Camera di commercio ha redatto il rapporto economico provinciale e l'ha presentato nel corso di una conferenza stampa.

Il 2014 è stato nuovamente un anno segnato da risultati economici complessivamente poco confortanti in quanto giunti ad aggravare un quadro generale appesantito da anni di sofferenza.

Si può rilevare il rallentamento di alcune dinamiche negative, quali ad esempio quella delle chiusure di imprese che – tra il 2013 ed il 2014- ha visto un ridimensionamento, nel senso che se nel 2013 le cessazioni erano state 1.996, nel 2014 sono arrivate a 1.787 (209 in meno).

Purtroppo questo flusso non è stato ancora controbilanciato da quello delle iscrizioni il cui numero, nell’ultimo anno, si è ulteriormente contratto (da 1.636 a 1.588).

I fallimenti dichiarati sono passati dai 50 del 2013 ai 37 del 2014, con un calo quantificabile nel 26%.

E’ cresciuto, anche se di poco, il numero delle imprese che operano in alcuni settori del terziario (alloggio e ristorazione, servizi alle imprese, sanità ed assistenza sociale, servizi di informazione, attività professionali ed istruzione) mentre variazioni di segno negativo hanno interessato sia il comparto primario che quello secondario.

Il numero di aziende attive nel settore delle costruzioni che per anni era cresciuto con tassi elevati, ha intrapreso dal 2011 una curva discendente, accompagnata da un andamento del volume d’affari costantemente in riduzione, a Piacenza, già dal 2006.

Nel 2013 le imprese edili avevano denunciato una riduzione del proprio giro d’affari del 6,1% sul 2012, nel 2014 l’entità di questa variazione è passata al -3,8%.

Sono cresciute, invece nel complesso, le imprese straniere e la loro incidenza sul totale.

Sia l’industria che l’artigianato manifatturieri hanno segnalato una nuova contrazione della produzione, del fatturato e degli ordini (con variazioni più negative per il comparto artigiano) ma anche un nuovo aumento delle esportazioni.

In effetti il valore delle merci esportate è salito di nuovo (anche se occorre segnalare che il dato è al lordo dell’inflazione), spinto dal commercio di abbigliamento e mobili ma anche da quello dei prodotti in metallo e dell’alimentare, la cui buona performance ha consentito di recuperare la riduzione che si era verificata tra il 2012 ed il 2013.

L’occupazione è calata e coerentemente è aumentato il numero di persone alla ricerca di un lavoro. Il tasso di disoccupazione calcolato dall’Istat – che era stato a lungo nei dintorni del 2%- è salito sino al 9,4%.

La Cassa integrazione, per contro, è risultata in marcata riduzione, in ognuna delle sue fattispecie e anche nei settori nei quali si è rivelata più necessaria, quali quello dell’industria meccanica.

L’Osservatorio sul mercato del lavoro della Provincia ha segnalato un aumento degli avviamenti al lavoro ma con riguardo a tipologie contrattuali diverse dal contratto a tempo indeterminato.

Passando da ultimo agli aspetti finanziari, è proseguita la tendenza alla diminuzione delle azioni di protesto nei confronti degli effetti emessi (assegni, cambiali e tratte) ma sono invece fortemente aumentate le sofferenze bancarie (in rapporto agli impieghi sono passate dal 3% del 2006 all’11,4% del 2014). Gli impieghi stessi sono diminuiti tanto che il loro rapporto sui depositi è sceso al di sotto del 100%.

A livello settoriale va altresì segnalata la riduzione, sulla base dei dati ancora provvisori della Regione Emilia Romagna, della produzione agraria lorda vendibile provinciale così come del volume delle vendite per gli esercizi di commercio al dettaglio.

Il Rapporto può essere scaricato integralmente nella sezione Informazione economica.

2.625
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali

Privacy

Dichiarazione di accessibilità

Codice Fiscale e Partita IVA
00276970332

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Piacenza

Piazza Cavalli, 35 - 29121 Piacenza
Telefono 0523 3861 Fax 0523 334367
PEC: cciaa.piacenza@pc.legalmail.camcom.it