Camera di Commercio di Piacenza
Tu sei qui: Portale Regolazione del Mercato Novità Novità Regolazione Mercato La mediazione torna obbligatoria dal 20 settembre 2013
Azioni sul documento

La mediazione torna obbligatoria dal 20 settembre 2013

— archiviato sotto:
pubblicato il 13/09/2013 07:55, ultima modifica 16/10/2021 03:44

La mediazione obbligatoria, venuta meno con la pronuncia della Corte Costituzionale n. 272/2012, che aveva dichiarato illegittimo l’art. 5, comma 1, del d.lgs. 28/2010 per eccesso di delega, è stata reintrodotta dalla legge 98/2013, di conversione del “decreto fare”.

L’obbligatorietà è stata confermata per tutte le materie elencate nel d.lgs 28/10, ad  eccezione di quella relativa alla responsabilità per danni da circolazione stradale; pertanto dal 20 settembre 2013, per un periodo sperimentale di quattro anni, prima di esercitare l’azione giudiziaria, dovrà essere obbligatoriamente esperito il tentativo di mediazione nelle seguenti materie : condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di azienda, risarcimento del danno da responsabilità medica e sanitaria, risarcimento del danno da diffamazione a mezzo stampa, contratti assicurativi, bancari e finanziari.

Il tentativo di mediazione, che può essere disposto dal giudice anche in sede di appello, può essere esperito altresì con riferimento ad altre tipologie di controversie, su libera iniziativa di una parte oppure quando previsto da clausola contrattuale o statutaria.

La nuova disciplina ha introdotto rilevanti novità: le parti devono obbligatoriamente essere assistite da un avvocato nel corso di tutta la procedura di mediazione e il verbale di accordo, sottoscritto dalle parti e dagli avvocati, costituisce titolo  esecutivo.

E’ stato inoltre previsto un incontro preliminare in cui le parti, davanti al mediatore, verificano con gli avvocati se sussistono o meno le condizioni per procedere utilmente alla mediazione e se tale incontro si conclude senza accordo, nessun compenso è dovuto all’organismo di mediazione.

Gli avvocati iscritti all’albo sono di diritto mediatori, ma dovranno comunque seguire percorsi formativi e di aggiornamento in materia di mediazione. La durata del procedimento è ridotta da quattro a tre mesi; i costi sono ridotti nei casi in cui la mediazione sia condizione obbligatoria di procedibilità o sia prescritta dal giudice e nulla è dovuto dai soggetti che nel procedimento giudiziario avrebbero diritto al gratuito patrocinio.

L’ente camerale per garantire l’operatività del servizio di mediazione sta adeguando regolamento e tariffe dell’organismo camerale alle nuove disposizioni.

2.14285714286
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali

Privacy

Dichiarazione di accessibilità

Codice Fiscale e Partita IVA
00276970332

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Piacenza

Piazza Cavalli, 35 - 29121 Piacenza
Telefono 0523 3861 Fax 0523 334367
PEC: cciaa.piacenza@pc.legalmail.camcom.it