Camera di Commercio di Piacenza
Tu sei qui: Portale Regolazione del Mercato Protesti Cancellazione per riabilitazione
Azioni sul documento

Cancellazione per riabilitazione

pubblicato il 10/09/2010 08:45, ultima modifica 14/07/2021 13:23

INFORMAZIONI GENERALI

Per il pagamento di cambiali e vaglia cambiari intervenuti oltre 12 mesi dalla levata del protesto,  l’art. 17 della legge 7 marzo 1996 n. 108, nel testo modificato dalla legge 18 agosto 2000 n. 235, recita: “il debitore protestato che abbia adempiuto all’obbligazione per la quale il protesto è stato levato e non abbia subito ulteriore protesto ha diritto ad ottenere, trascorso un anno dal levato protesto, la riabilitazione.

Nel caso di avvenuto pagamento di assegni la cancellazione dal Registro informatico dei protesti può avvenire solo previo decreto di riabilitazione del Tribunale.

Contro il provvedimento  di diniego di riabilitazione  o contro il decreto  di riabilitazione, l’interessato o chi ne abbia interesse può presentare opposizione  alla  Corte d’Appello, entro 30 giorni dalla comunicazione del provvedimento  di diniego di riabilitazione o dalla pubblicazione del decreto di riabilitazione. Il ricorso è soggetto al rito  del lavoro (art. 13 D.Lgs. 150/2011)
Il provvedimento che accoglie il ricorso è pubblicato sul registro informatico dei protesti.

Il Tribunale territorialmente competente è quello  del luogo in cui risiede il soggetto protestato,

Con il  Decreto -legge cosiddetto "Salva Italia"  n. 3 del 27/01/2012 è stato introdotto il comma 6-ter all'art. 17 della Legge 108/1996 che consente di presentare presso il Tribunale competente un'unica istanza di riabilitazione anche in riferimento a più protesti, purché compresi nello spazio temporale di un triennio.

L’interessato fa istanza all’ufficio protesti della Camera di Commercio di pubblicazione del Decreto medesimo ai sensi dell’articolo 8 del DM 316/2000 .

Trascorsi  30 giorni dalla pubblicazione l’interessato può fare istanza di Cancellazione all’Ufficio protesti producendo un certificato di non interposta opposizione al decreto di riabilitazione.

 

PROCEDURA PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO

La procedura consta di DUE separate istanze:

- ISTANZA DI PUBBLICAZIONE del decreto di riabilitazione da presentarsi utilizzando l’apposito modello in bollo, compilato e sottoscritto e corredato dalla documentazione sotto elencata:

  • copia conforme autentica del Decreto di Riabilitazione emesso dal Tribunale del luogo di residenza del soggetto protestato per la  pubblicazione dello stesso sul Registro informatico dei protesti per un periodo di 30 giorni.
  • copia di valido documento di identità del richiedente
  • copia di valido documento di identità dell’incaricato alla presentazione dell’istanza (eventuale)

- ISTANZA DI CANCELLAZIONE PER RIABILITAZIONE da presentarsi dopo la scadenza dei 30 giorni di pubblicazione, utilizzando l’apposito modello in bollo, compilato e sottoscritto e corredato dalla documentazione sotto elencata:

  • certificato di non interposta opposizione al Decreto di Riabilitazione emesso dal Tribunale.
  • copia di valido documento di identità del richiedente
  • copia di valido documento di identità dell’incaricato alla presentazione dell’istanza (eventuale)
  • euro 8,00 per ogni protesto di cui si chiede la cancellazione per riabilitazione, riportato nella domanda.

 

L’istanza può essere presentata direttamente allo sportello dall’interessato  o suo incaricato ovvero tramite Posta Elettronica Certificata ( PEC)  al seguente indirizzo cciaa.piacenza@pc.legalmail.camcom.it

 

COMPETENZA TERRITORIALE

La Camera di commercio di Piacenza  può disporre la cancellazione dei soli protesti levati nella provincia di competenza.

Il protesto di effetti postali avviene dalle stanze di compensazione; è iscritto nei Registri delle camere di Roma o Milano ed  a queste occorre rivolgersi per ottenere la cancellazione.

Per i protesti levati in altre province, è necessario rivolgersi alle camere di commercio di rispettiva competenza.

 

Irricevibilità delle domande

La domanda è irricevibile quando:

  • non è firmata dal debitore e/o dall’eventuale incaricato della presentazione
  • è presentata per protesti levati fuori provincia e iscritti in registri tenuti da altre Camere di commercio.

Per le domande presentate allo sportello, l’irricevibilità è dichiarata direttamente dall’operatore allo sportello che al restituirà all’interessato senza procedere alla  protocollazione.

 

TEMPI DI EVASIONE

Istanza di Riabilitazione - entro tre giorni dalla ricezione dell'istanza dell'interessato, corredata di copia autentica del provvedimento, l’ufficio provvede alla pubblicazione del Decreto di riabilitazione nel Registro informatico per un periodo di 30 giorni.

Istanza di Cancellazione per Riabilitazione - decorsi 30 giorni dalla pubblicazione del Decreto di Riabilitazione nel Registro Informatico protesti l'interessato depositerà Istanza di Cancellazione. Sulla istanza di cancellazione provvede il Dirigente responsabile dell’ufficio protesti entro 20 giorni.

2.42857142857

Logo CCIAA Emilia

PID - Punto Impresa Digitale

Logo PID - Punto Impresa Digitale

Banner-Startup

Banner Registro Imprese

Banner atti depositati dagli agenti della riscossione

« settembre 2021 »
settembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930
 
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali

Privacy

Dichiarazione di accessibilità

Codice Fiscale e Partita IVA
00276970332

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Piacenza

Piazza Cavalli, 35 - 29121 Piacenza
Telefono 0523 3861 Fax 0523 334367
PEC: cciaa.piacenza@pc.legalmail.camcom.it